E’ convocata per VENERDI’ 30 OTTOBRE 2020 alle ore 21:00 ( alle ore 20:00 in prima convocazione ed ) l’assemblea annuale degli Amici del Ticino presso la Sala Lunga in uso all’associazione presso la sede del Parco del Ticino alla Villa Picchetta a Cameri.

L’ordine del giorno dell’assemblea è il seguente:

1) Approvazione conto consuntivo 2019

2) Determinazione quota iscrizione 2020

3) Approvazione bilancio preventivo 2020 e programma iniziative 2020

4) Rinnovo cariche sociali in scadenza

5) Aggiornamento situazione Bosco Vedro

6) Autorizzazione segnatura sentieri nel Parco del Ticino e posa segnaletica

7) PDL di iniziativa degli Enti Locali sul Parco del Ticino

8) Convegno alla Centrale Orlandi ” Bioregione Valle del Ticino 2020, sul filo dell’acqua

9) Raccolta rifiuti a Galliate Domenica 8 Novembre 2020

10) Varie ed eventuali

Gli Amici del Ticino hanno riprogrammato per Domenica 25 ottobre 2020 la visita guidata a Parma, città della cultura 2020. Ecco il programma della giornata: al mattino (ritrovo ore 10 fuori dal parcheggio di Via Toschi sul lungo Parma – arrivo con mezzi propri ma per chi vuole abbiamo a disposizione il pulmino 9 posti del Ciesseti ) ci dedicheremo al centro storico con il Parco Ducale, la Piazza Garibaldi, la Via Emilia, il Duomo, il Battistero e la Chiesa della Steccata. 12:30 sosta pranzo libera. Ritrovo alle 14 con visita al Teatro Farnese e trasfrimento a Colorno per la vita alla reggia ed ai suoi giardini. Termine visita alle ore 16:30. Iscrizioni entro martedì 17 marzo scrivendo a info@amiciparcoticino.it o telefonando al 335/6825354 (Roberto). Il costo è di 30 Euro da versare anticipatamente sul c/c dell’associazione (vedere sito www.amiciparcoticino.it )

 

Il Comitato ColleGA.NO ( di cui fanno parte Amici del Ticino, Circolo Legambiente il Pioppo Ovest Ticino e Novarese, Novara Green, Amici della Bici – Fiab Novara, Galliate Futura e Comitato per Pernate ) organizza per Domenica 21 Giugno un’escursione in bicicletta alla riscoperta delle antiche strade di collegamento tra i Comuni di Galliate, Romentino, Novara e Cameri da municipio a municipio. La manifestazione intende in particolare promuovere la riapertura del collegamento tra Galliate e Novara attraverso la Via Buonarroti, l’Autogrill, la Cascina Blennio, Via Abbondanza e la Via Gibellini ( Quartiere San Rocco ) e la creazione di una rete di piste ciclabili che colleghi i comuni dell’interland con il capoluogo.

 

PROGRAMMA

Lunghezza: Km 35 circa

Ore 9:30 Ritrovo in Piazza Martiri a Galliate sotto il municipio – saluti dell’amministrazione – Visita alla Chiesta di Sant’Orsola ed all’annesso ex convento ed all’antico Mulino della Riseria Capittini. Sosta al Santuario del Varallino
Ore 10:30 Arrivo a Romentino sotto il municipio – visita alla Chiesa della Madonna della Neve – saluti dell’amministrazione
Ore 11,00 Trasferimento a Pernate lungo la Via Gallo e visita all’oratorio della SS Trinità da poco restaurato
Ore 12:00 Rientro a Galliate ed imbocco della Via Buonarroti – transito dalla cascina Blennio – San Rocco – Nuova ciclabile ex sedime ferrovie nord – arrivo a Novara sotto il municipio –
saluti dell’amministrazione
Ore 12:30 Pranzo al sacco alla Canonica e visita guidata al Museo Diocesano ( facoltativa )
Ore 14:00 Ripartenza e uscita da Novara lungo Via delle Rosette – Canale Cavour – Cascina San Biagio( Oratorio )
Ore 15:00 Arrivo a Cameri sotto il municipio – saluti dell’amministrazione – visita all’Oratorio di San Rocco ed alla Chiesa del Gesù – rientro a Galliate dalla strada vicinale Missanghera

( Via Isonzo/Via Giusti )
Ore 16:00 Arrivo a Galliate sotto il Municipio

Iscrizioni entro Sabato 4 Aprile c/o: Amici del Ticino – Roberto Vellata (335.6825354) Amici della Bici Novara – Giulio Rigotti (335.7251401) Circolo Legambiente il Pioppo – Roberto Gazzola (348.7144153), Novara Green Cerri (346.2282291) Galliate Futura Mirko Gigloli (340.9848967) Comitato per Pernate – Paolo Manenti (349.9445802).

Costo: Euro 5,00 per spese organizzative e copertura assicurativa + ingresso Museo della Canonica Euro 3,00 (facoltativo).


Mulino Riseria Capitini a Galliate
Chiesa Madonna della Neve Romentino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oratorio SS Trinità Pernate
Chiostro della Canonica del Duomo Novara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oratorio San Biagio Cameri

 

 

 

 

 

 

 

Oratorio di San Rocco Cameri

Chiesa del Gesù Cameri

 


COMITATO COLLEGA.NO: 1-COMUNICATO STAMPA 30.01.2020

ATTO COSTITUTIVO COMITATO COLLEGA.NO

 


 

 

 

 

PARCO DEL TICINO E DEL LAGO MAGGIORE: LA COMUNITA’ DEL PARCO HA DESIGNATO IL NUOVO PRESIDENTE ED ELETTO I MEMBRI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
UNA BEFFA: IL TERRITORIO DEL TICINO SENZA PIU’ UN SUO RAPPRESENTANTE – CONVENTIO AD ESCLUDENDUM DEI COMUNI DEL VERCELLESE E DEL BIELLESE SUL RAPPRESENTANTE DEL TICINO

Lunedì 9 dicembre si è riunita ad Albano Vercellese la comunità delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore ( dizione ormai impropria perchè in realtà l’Ente gestisce anche i parchi del Vercellese e del Biellese, in tutto 14 aree protette ). L’assemblea ha designato all’unanimità alla carica di nuovo presidente il Sig. Roberto Beatrice, ex sindaco di Grignasco ( succede all’ Arch Adriano Fontaneto ). Spetterà ora al Presidente della Regione Cirio ratificarne la nomina. I membri del Consiglio Direttivo saranno invece Fabrizio Locarni, ex sindado di Nazzaro Sesia in rappresentanza della Provincia di Novara, Zarattini Massimiliano per la Provincia di Vercelli, Anna Maria Ferrato per il VCO, Andrea Bindi, Giorgio Macchieraldo ed Erika Vallera per Biella. I rappresentanti delle associazioni saranno invece Paolo Seitone per gli agricoltori e Riccardo Fortina per le associazioni ambientaliste.

Questa elezione rappresenta una vera e propria beffa per chi ha a cuore le sorti del Parco del Ticino, che tra tutte le aree protette gestite dall’ente è la più grande, la più importante e quella con i maggiori progetti finanziati, il più delle volte in partnership con il Parco del Ticino Lombardo.

Complici i meccanismi di voto approvati dalla Comunità del Parco il 07/10/2019, la cordata organizzata dai comuni del vercellese e del biellese per accaparrarsi tutti i membri del consiglio direttivo ed il disinteresse dei comuni dell’Ovest Ticino, che hanno disertato la comunità del parco [ ne erano presenti solo 5 – Oleggio, Cameri, Galliate, Romentino e Trecate – su 11 ] e non sono stati capaci di raggiungere un accordo a livello provinciale, per la prima volta nella storia nel consiglio di amministrazione dell’Ente non ci sarà un rappresentante del territorio del Ticino ( che rappresenta da solo il 45 % del territorio amministrato dall’Ente ).

Di fatto i comuni del biellese ( che avevano 3 candidati e 4 voti a disposizione ), alleandosi tra loro hanno fatto convergere i loro voti su Fabrizio Locarni, proposto dal Comune di San Nazzaro Sesia ( Comune della Provincia di Novara ma compreso nel Parco delle Lame del Sesia ), ponendo così in essere una vera e propria “conventio ad escludendum” per i rappresentanti del territorio del Ticino.

Senza più un rappresentante del territorio chi si prenderà a cuore le sorti del Parco del Ticino. Chi porterà avanti i rapporti di collaborazione con il Parco Lombardo per la gestione della Riserva dell’Unesco ?

Facile prevedere, poi, che vista la situazione la sede del parco finirà per essere trasferita da Villa Picchetta (Cameri) ad alle Lame del Sesia (Albano Vercellese), come di fatto è già avvenuto in questi 5 anni visto che tutti i consigli direttivi e le assemblee della comunità del parco si sono svolte li.

L’ultimo accorpamento tra gli enti di gestione dei parchi voluto dalla Regione Piemonte per risparmiare sui costi si è rivelato un grave errore: meglio sarebbe a questo punto ridare ai Parchi del Ticino e del Lago Maggiore, riserva MAB, la loro autonomia di gestione.

Le associazioni del territorio hanno inviato in Regione Piemonte una richiesta di un intervento immediato per porre rimedio alla situazione, ma urge una presa di posizione anche dai sindaci del territorio cui abbiamo inviato una sollecitazione in tal senso.

Se volete approfondire e capire meglio trovate tutto qui in allegato:

1-1-ATTO COSTITUTIVO E STATUTO COORDINAMENTO
2-2 Statuto dell’EGAP del Ticino e del Lago Maggiore
3-3- regolamento comunita`
4-4- VERBALE COMUNITA’ 07.10.2019
5-5-Verbale Comunità Parco 09.12.2019
6-6 COMUNICATO STAMPA 16.12.2019 COORDINAMENTO SALVIAMO IL TICINO-convertito
7-LETTERA COORDINAMENTO
8-LETTERA COORDINAMENTO

Se tra chi legge ci sono gruppi o associazioni che vogliono appoggiare l’iniziativa del coordinamento salviamo il ticino possono far loro la lettera allegata indirizzata a Regione Piemonte ed inviarla a loro volta agli indirizzi pec indicati.

Il Castello sforzesco di Milano

Per Domenica 1° dicembre gli Amici del Ticino organizzano una visita guidata al Castello Sforzesco, al Cimitero Monumentale di Milano ed alla Biblioteca degli Alberi
Partenza ore 8:11 da Novara Nord – ore 8:18 da Galliate ed arrivo a Milano Cadorna alle 9:13

( CAUSA DEFEZIONI DELL’ULTIMA ORA CI SONO ANCORA 6 POSTI DISPONIBILI )

La sala delle Asse di Leonardo da Vinci

Ore 09:15 Ritrovo con la guida Emanuela Bergamaschi in piazza Cadorna sotto la scultura ” Ago e Filo ” e distribuzione radioguide
Ore 10:00 Arrivo in castello e visita alla Pietà Rondanini, Sala delle Asse e cortili interni
Ore 12:30 pausa pranzo libera in zona Via Dante
Ore 13:45 ritrovo alla fontana davanti all’ingresso principale del Castello e partenza per il Cimitero Monumentale
Ore 14:30 – 16:30 Visita al Cimitero Monumentale
Ore 16:30 trasferimento a piedi a Piazza Gae Aulenti e visita alla Biblioteca degli Alberi, il 3° parco urbano di Milano
Ore 17:47 treno da Cadorna per Galliate ore 18:42 e Novara ore 18.49

Costo Euro 25,00 ( guida e ingressi ) da versarsi su:

IBAN AMICI DEL TICINO : IBAN: IT 02 X 02008 10105 000004857828

Per info e iscrizioni: info@amiciparcoticino.it – 335.6825354

La biblioteca degli alberi

Il Famedio al Cimitero Monumentale di Milano

Le cappelle del Cimitero Monumentale

La foto con cui Mauro Gadda sul suo profilo facebook ha fatto gli auguri di Natale agli amici ( 2018 )

La tradizionale cena di Natale avrà luogo Sabato 14 Dicembre al Ristorante Villa Pedrini in riva al Naviglio Langosco a Ponte Ticino Galliate

( http://www.villapedrini.it/index.htm ). Ritrovo ore 20. Prezzo 30 Euro.

MENU’

ANTIPASTO

Prosciutto crudo di Parma

Cotto Walser

Salamino della duja

  Pancetta ossolana con castagne al miele

Cotecchino in crosta

Finger alla crema di zucca

     Salmone marinato

PRIMI

Risotto erbette fini e gamberi

Crespelle zola e porcini

     SECONDI

Brasato di cinghiale con crostino di polenta

Spiedo di pesce

Patate fritte

DOLCE

Ananas caramellata con gelato

Caffe con correzione

Nel corso della serata verranno proiettate immagini del Ticino a Galliate ( ma non solo ) di Mauro Gadda e Norino Canovi.

Norino Canovi lo conosciamo tutti, per le sue grandi doti di fotografo naturalista e non mancherà, come al solito, di stupirci. Mauro Gadda, invece, è un galliatese trasferitosi a vivere e ad lavorare a Pallanza sul Lago Maggiore, dove ha aperto una gelateria. In questi anni ci ha regalato sulla sua pagina facebook una serie di magici scatti del nostro fiume, del lago e delle montagne tutt’attorno. Come non ricordare, tra le tante, il magico tramonto che, grazie ad una forte corrente favonica, ha illuminato i nostri cieli nell’ottobre di 2 anni fa ….

Iscrizioni entro lunedi 9 dicembre scrivendo a info@amiciparcoticino.it o telefonando a Alberto 348 3615874 – Giancarlo 3334045078 – 335 6825354 Roberto

Il magico tramonto di 2 anni fa visto da Pallanza ( in fronte il Mottarone )

Roggia in autunno a Galliate

 

 

SETTIMANA EUROPEA TURISMO LENTO

EUROPEAN MOBILITY WEEK  29 SETTEMBRE – 6 OTTOBRE 2019

PROGRAMMA DOMENICA 29 SETTEMBRE

 TRENO + TREKKING + BARCA ALLA RISCOPERTA DELLE ISOLE DEL BOSCO VEDRO E DEI CONIGLI

INAUGURAZIONE RIFUGIO FABRIZIO BOVIO 

( per l’itinerario vedi cartina – linea blu )

LUNGHEZZA ITINERARIO A PIEDI : 12 KM

LUNGHEZZA ITINERARIO IN CANOA: 3 KM

  • Arrivo in treno da Novara 9:21 ( partenza 9:11 ) e da Milano 9:37 ( partenza 8:47 ) alla Stazione FNM di Ponte Ticino
  • Ore 10:00 Partenza camminata
  • Ore 10:30 Villa Picchetta ( visita )
  • Ore 11:15   Visita Azienda Agricola Guido Bianchi
  • Bosco Calvario e discesa all’Isola del Bosco Vedro attraverso il sentiero della Zaboina – Area riproduzione Pelobate Fosco
  • Itinerario didattico fino alla presa del Naviglio Langosco e poi al Rifugio Fabrizio Bovio
  • Ore 12:30 Pranzo al rifugio
  • Ore 14:00 Inaugurazione Rifugio e mostra sui cambiamenti climatici – Proiezione Giovanni Liberini in ricordo del collega guardaparco-ornitologo Fabrizio Bovio

( Il Rifugio Fabrizio Bovio ospitato in un cassero ristrutturato dal Parco del Ticino negli anni ’80 )

  • Ore 14:30  Ripartenza camminata con visita all’isola dei Conigli ( guado a piedi ) e attraversamento in barca del fiume con i barcaioli del Ticino
  • Ore 16:30 Sosta merenda presso Nuovo Lago Maggiore
  • Treno per rientro a casa 17:21 ( per Milano ) – 17:37 ( per Novara )

Costo partecipazione: 3 Euro assicurazione + 8 Euro pranzo al rifugio ( chi vuole può portarsi anche il pranzo al sacco ) = TOTALE EURO 11. Per info e iscrizioni entro venerdì 27 settembre: promozione@parcoticinolagomaggiore.it -320 4303193 oppure  info@amiciparcoticino.it – 335.6825354

* DISCESA IN GOMMONE DA RAFTING / CANOA CANADESE / PACKRAFT 

Durante la giornata sarà possibile provare gratuitamente la discesa di un tratto di fiume ( Ramo Treccione – circa 3 km ) accompagnati dal maestro di canoa Livio Bernasconi e dagli istruttori del Canoa Club Novara, utilizzando 3 diversi tipi di imbarcazione: canoa canadese, gommone da rafting e packraft. Vi spieghiamo cosa sono e come funzionano:

Canoa canadese

 

Scivolare silenziosi trasportati da una canoa canadese tra canali e lanche solcate dal fiume, esplorare laghi e lagune, o cimentarsi nelle rapide di un fiume impetuoso. Sono i diversi modi in cui la canoa canadese ci permette di vivere la natura che ci circonda. Con la canoa canadese si possono attraversare laghi, costeggiare mari e lagune, percorrere fiumi facili ma anche fiumi impetuosi con passaggi fino al quinto grado. Esistono modelli veloci e di alta manovrabilità e modelli con i quali è possibile fare l’eskimo sia in singolo che in doppio.

 

 

 

Gommone da rafting

 

Il gommone da rafting è un’imbarcazione inaffondabile e autosvuotante chiamato aapunto raft. L’equipaggio, composto da 7-9 persone, governa l’imbarcazione tra le rapide grazie alle pagaie. E’ adatto a fiumi impetuosi ma è utilizzato anche sul Ticino.

 

 

Packraft

 

E’ una novità. Packraft  è il termine inglese per indicare un piccolo gommone portatile, progettato per navigare in ogni tipologia di ambiente acquatico, dai fiumi d’acqua bianca alle baie e fiordi oceanici. Un packraft è abbastanza leggero e sufficientemente compatto per essere trasportato per lunghe distanze, entra nello zaino, in una sacca da viaggio, nelle borse della bicicletta,  e i più estremi anche in un marsupio, pur tuttavia resta un’imbarcazione funzionale.

 

 

 


PROGRAMMA DOMENICA 6 OTTOBRE

IN BICI ALLA RISCOPERTA DELLA INGLESA, DEL MARCETTO, DELLA SABGHIA AD OLEGGIO E DELLA TENUTA CASONE-MONTELAME A POMBIA

                                                ( per l’itinerario vedi cartina – linea gialla )

L’escursione in bici vuole ricordare due eventi in particolare:

1) Lo scorso inverno il Parco del Ticino Piemontese ha completato la segnatura della pista ciclabile da Marano Ticino a Castelletto Ticino che ora può essere percorsa integralmente da nord a sud dal Lago Maggiore a Cerano ( 67 km );

2) Grazie ad un operazione condotta dai Carabinieri di Oleggio e Lonate Pozzolo nel marzo del 2019 è stato riconquistato all’uso pubblico – dopo un anno di arbitraria interdizione da parte di un gruppo di malavitosi legato all’andrangheta – il tratto di pista ciclabile che attraversa l’ex cava Sabghia ad Oleggio. Qui di seguito l’articolo apparso su La Stampa il 3 marzo 2019: https://www.lastampa.it/novara/2019/03/17/news/ciclabili-sbarrate-nel-parco-del-ticino-blitz-dei-carabinieri-denunciati-due-imprenditori-1.33688512

Durante la passeggiata sarà possibile scoprire:

– sulla sponda piemontese, la grande tenuta Casone-Montelame, un’area di 210 ettari di proprietà del parco, racchiusa su tre lati dal fiume, comprendente una vasta area agricola con prati e recinti per i cavalli , boschi, brughiere, e due bellissime cascine ristrutturate ).

sulla sponda lombarda, le grandi opere idrauliche poste lungo il Canale Industriale, in particolare le Dighe del Panperduto, oggetto di un importantissimo progetto di valorizzazione turistica, con il ripristino delle conche di navigazione, la realizzazione del museo delle acque italo-svizzero e di un ostello ( visita guidata )

Per i dettagli sui luoghi incontrati vedi: Carta Colline Moreniche

Ore 08:45 – Ritrovo al Centro Parco Ex Dogana a Lonate Pozzolo (Frazione Tornavento )
Ore 09:00 – Partenza biciclettata
Ore 09:30 – Visita all’area Sabghia, Inglesa e Marcetto liberata dall’andrangheta
Ore 11.30 – Visita alla Tenuta Casone-Montelame
Ore 12:30 – Sosta pranzo alla Cascina Montelame
Ore 14:00 – Ripartenza per il Campo dei Fiori
Ore 15:00 – Visita guidata alle Dighe del Pamperduto
Ore 17:00 – Arrivo al Centro Parco ex Dogana Austroungarica

Costo partecipazione: 3 Euro assicurazione + 10 Euro pranzo al rifugio ( chi vuole può portarsi il pranzo al sacco ) = totale Euro 13;

Per info e iscrizioni entro venerdì 4 ottobre: promozione@parcoticinolagomaggiore.it – 320  4303193 oppure info@amiciparcoticino.it – 335.6825354

 

Il COORDINAMENTO SALVIAMO IL TICINO
The Committee Let’s Save The Ticino River

Aderiscono al Coordinamento

Per l’Italia : Amici della Natura ad Arsago, Amici del Ticino, Bicipace, Canoa Club Milano, Canoa Club Novara, Cus Pavia, Ecoistituto della Valle del Ticino, Kajak Team Turbigo, Legambiente Circoli : Busto Arsizio, Cassano Magnago, Gallarate, Monte San Giacomo, Ovest Ticino Il Pioppo, Ticino Turbigo, WWF Cuggiono

Per la Svizzera : Associazione per un Piano di Magadino a Misura d’Uomo

Con la partecipazione di

AqQua Canoa & Rafting” SSD, Canoa Club Vigevano, Legambiente Circoli Lomellina e Terra dei Parchi, Pagaia Rossa

Con il patrocinio di

Riserva della Biosfera Ticino, Val Grande, Verbano, Parco del Ticino Lombardo, Parco del Ticino Piemontese, Consorzio del Ticino

Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi,  Enel Green Power, Uisp

In collaborazione con

Vispo, Ostello Pamperduto, Camping Playa di Valverde, Gruppo Folkloristico Manghin e Manghina

ORGANIZZA

COMUNICATO STAMPA

Il 14 Luglio 2019 si svolgerà sui fiumi di tutta Europa la 16° edizione del “ BIG JUMP “: nello stesso momento centinaia di migliaia di persone si tufferanno nei corsi d’acqua delle loro città in più di 20 paesi europei. Lo scopo del “Big Jump“ è di riavvicinare le genti ai propri fiumi, dopo decenni in cui gli stessi sono stati considerati il recapito delle fogne e dei rifiuti delle città o una risorsa da utilizzare fino all’ultima goccia d’acqua. Entro il 31\12\2015 – in base alla Direttiva 2000.60 CE del 23\10\2000 – i vari paesi dell’unione avrebbero dovuto riportare i loro fiumi ad un buon stato ecologico ed alla balneabilità: così non è stato per molti fiumi italiani ed anche per il Ticino, e ciò a causa dei molti depuratori ancora malfunzionanti ( le due situazioni più critiche sono ancora quelle del sistema di depurazione e spagliamento del torrente Arno e del depuratore di Sant’Antonino e del Canale scolmatore di Nord Ovest – CSNO ).

Ma il fiume azzurro, nonostante i problemi rimane pur sempre il fiume azzurro.

Il Coordinamento Salviamo il Ticino – che raggruppa oltre 20 associazioni presenti sul territorio – ha così deciso anche quest’anno di partecipare al Big Jump – Festa per la vita e la balneabilità dei fiumi europei ( per saperne di più sugli altri siti europei https://www.bigjump.org/en/ ) organizzando una discesa in canoa di due giorni da Somma Lombardo a Vigevano ( ma sarà possibile partecipare anche in bicicletta ), discesa che vuole essere un’occasione per promuovere le bellezze – e sono tante – della neonata Riserva della Biosfera Ticino, Val Gande, Verbano.

Per l’occasione il Consorzio del Ticino – che regola i deflussi dal Lago Maggiore – ha comunicato il rilascio di 31 mc\sec, 14 mc\sec in più rispetto al Deflusso Minimo Vitale previsto in questa stagione dell’anno.

Dopo la visita guidata alle Dighe del Pamperduto a Somma Lombardo, la sosta per il pranzo avverrà presso la tenuta Casone-Montelame a Pombia, una delle più belle aree del Parco del Ticino. La sosta per la notte è invece prevista presso il Rifugio Fabrizio Bovio all’Isola del Bosco Vedro a Cameri, rifugio risistemato per l’occasione dagli Amici del Ticino.

La sera, cena e proiezione video alla sede del Canoa Club Novara – in riva al Naviglio Langosco – con un documentario sulla riserva della biosfera Ticino, Val Grande, Verbano, la presentazione del progetto Vispo – Volunteer Initiative for a Sustainable Po che in Piemonte vede coinvolti 230 ragazzi tra i 18 ed i 30 anni ( per saperne di più http://www.legambientepiemonte.it/comunicati-stampa/volontariato-vispo-cerca-230-giovani-per-il-po/ ) e le straordinarie immagini del nuotatore-fotografo Mattia Nocciola ( Per scoprire chi è leggete l’intervista che ha rilasciato ad animal trip: https://animal-trip.com/2019/06/12/interviste-la-sentinella-subacquea-del-ticino-mattia-nocciola/?fbclid=IwAR2POerzWxXMQx5-l3lQwwWQyKC7_f2kTPJsnnUY5pkIoJZijIfB-1uB8cs ).

Domenica ripartenza dal Camping Playa di Valverde a Galliate, sosta per il pranzo alle Casette di Cerano ed al termine della discesa alle 16 “ Grande Tuffo “ alla Centrale Ludovico il Moro, splendido edificio liberty del 1904 e sede del Canoa Club Vigevano e di Aqqua Canoa & Rafting ASD.

La manifestazione sarà a rifiuti zero: ciascuno dei partecipanti dovrà infatti munirsi di gavetta ( piatto, posate e bicchiere ).

Ad oggi gli iscritti, per entrambe le giornate sono oltre 50, con kajak, canoe canadesi, gommoni, tradizionali barcè e bici.

Per maggiori informazioni c’è il sito www.bigjumpticino.org .

Ecco, dunque, il programma dettagliato

DISCESA IN CANOA

SABATO 13 LUGLIO: DA SOMMA LOMBARDO ALL’ISOLA DEL BOSCO VEDRO (Km 22) con visita guidata alle Dighe del Panperduto, alla Cascina Casone e pernottamento al Rifugio F. Bovio all’Isola del Bosco Vedro

Ore 08:00 Ritrovo presso la sede del Canoa Club Vigevano alla Centrale Ludovico il Moro a Vigevano
Ore 08:30 Partenza Bus Navetta e mezzi trasporto imbarcazioni
Ore 09,15 Sosta Bus Navetta al Camping Plaja di Valverde a Galliate
Ore 10,15 Arrivo al punto di imbarco alla Canottieri Somma Lombardo
Ore 10,30 Partenza discesa
Ore 11,o0 Attraversamento conca del Panperduto e visita guidata alle Dighe del Panperduto
Ore 12,30 Sosta e rinfresco al Centro Parco Casone a Pombia
Ore 13,30 Ripartenza regata e discesa fino al Ponte di Oleggio
Ore 15,30 Sosta al Ponte di Oleggio
Ore 17,30 Arrivo al Rifugio F. Bovio all’Isola del Bosco Vedro, sistemazione in rifugio e visita guidata all’isola
Ore 19:30 Cena presso sede Canoa Club Novara
Ore 21.00 Rifugio F. Bovio all’Isola del Bosco Vedro – Proiezione filmato di presentazione della Riserva della Biosfera Ticino,
Val Grande, Verbano e presentazione Progetto VISPO – Proiezione immagini subacquee fotografo naturalista
Mattia Nocciola

DOMENICA 14 LUGLIO: DALL’ISOLA DEL BOSCO VEDRO A VIGEVANO ALLA SEDE DEL CANOA CLUB VIGEVANO (Km 22)

Ore 08,30 Partenza dall’Isola del Bosco Vedro
Ore 09,00 Raduno al Camping Plaja di Valverde a Galliate
Ore 09,30 Partenza regata
Ore 12,30 Arrivo alle Casette di Cerano – sosta e rinfresco
Ore 15,30 Arrivo a Vigevano alla sede del Canoa Club Vigevano ( Centrale Ludovico il Moro )
Ore 16,00 BIG JUMP
Ore 17,00 Recupero automezzi

PERCORSO IN BICI

SABATO 13 LUGLIO: DAL CAMPING PLAYA DI VALVERDE AL CASONE E ALL’ISOLA DEL BOSCO VEDRO (Km. 50)

Ore 8:45 Ritrovo al Camping Plaja di Valverde a Galliate
Ore 9:00 Partenza escursione in bicicletta lungo il Canale Industriale
Ore 11,o0 Visita guidata alle Dighe e al Museo delle Acque Italo-Svizzero
Ore 12,30 Sosta e rinfresco al Centro Parco Casone a Pombia con i canoisti
Ore 13,30 Ripartenza biciclettata
Ore 16,30 Arrivo al Rifugio F. Bovio all’Isola del Bosco Vedro, sistemazione in rifugio e visita guidata all’isola

DOMENICA 14 LUGLIO: DALL’ISOLA DEL BOSCO VEDRO A VIGEVANO ALLA SEDE DEL CANOA CLUB VIGEVANO (Km 40)

Ore 08,30 Partenza dall’Isola del Bosco Vedro
Ore 09,00 Raduno al Camping Plaja di Valverde a Galliate e partenza per La Fagiana
Ore 11,00 Sosta alla Fagiana
Ore 12,30 Sosta e rinfresco alle Casette di Cerano con i canoisti
Ore 15,30 Arrivo a Vigevano alla sede del Canoa Club Vigevano ( Centrale Ludovico il Moro )
Ore 16,00 BIG JUMP
Ore 17,00 Ritorno al Camping Playa di Valverde con i mezzi dell’organizzazione.


Per Domenica 16 Giugno proponiamo un’escursione al nuovissimo rifugio Barma, finito nel 2016 ed aperto al pubblico nel 2018, a cui la rivista Meridiani Montagne ha dedicato un articolo nel numero monografico sui nuovi rifugi delle alpi ( articolo ). Il rifugio si trova all’Alpe Barma nel comune di Fontainemore ( Valle di Gressoney ) all’interno della riserva naturale del Monte Mars, la più grande della Valle d’Aosta ( link (http://www.montmars.it/riserva/riserva.asp). Si tratta di un’area poco conosciuta, all’estremità orientale della Valle d’Aosta sul confine con il Biellese ( il rifugio è facilmente raggiungibile con la funivia che sale da Oropa ), ma non per questo meno bella o marginale …

Partenza: Pian Coumarial m . 1 457 m
Quota di arrivo: Rifugio Barma 2 051 m
Dislivello: 825 m ( 680 andata e 110 ritorno )
Lunghezza: 13.28 km
Tempo di salita: 3 h

Tempo di discesa 2:15 h

Si parte a piedi ricalcando all’inizio l’asfalto (1450 m) e poi una bella pista forestale nel bosco che di tanto in tanto ha ai suoi bordi attrezzi ginnici in legno. In meno di 30′, perdendo un po’ di quota, ci si innesta sullo sterrato che sale da Pillaz. Ci si inoltra così nel vallone di Pecoulla e si sale fino al lago Vargno. Qui si abbandona la poderale e si sale tra i prati fioriti, superando alcune baite. Più avanti, si procede su un bel lastricato e si giunge dal Lac de Lé Lounc. Ora si affronta il punto più faticoso della gita dovendo inerpicarsi su un sentiero che a tornanti guadagna circa 100 metri di quota passando accanto ad un imponente sperone roccioso. Oltre si giunge in vista dei laghi della Barma e dell’omonimo nuovissimo rifugio. Il ritorno avviene per la via di salita in circa 2h15.

Ritrovo: ore 7:30 Bar Marzia Galliate – ore 9:00 Pian Coumarial

Per info e iscrizioni: Roberto 335.6825354

 

Prende il via il 29 giugno il tour della riserva della biosfera Ticino, Val Grande, Verbano organizzato dal Coordinamento Salviamo il Ticino ( di cui gli Amici del Ticino fanno parte ) in collaborazione con l’ufficio Mab. Si parte dunque con una classica dell’escursionismo all’interno del Parco Nazionale della Val Grande: la traversata Est – Ovest dalla Val Loana a Premosello Chiovenda. Qui di seguito la locandina.