Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 31 marzo un’escursione in bicicletta alla scoperta delle chiese e delle abbazie milanesi: San Cristoforo, San Pietro in Gessate, San Lorenzo in Monluè, Abbazia di Chiaravalle, Abbazia di Viboldone ed abbazia di Mirasole. In ognuna delle chiese ci sarà la visita guidata con microfonazione. Pranzo al sacco.

Costo Euro 20 ( guida e microfonazione – treno escluso )

ANDATA: 8:45 ritrovo alla Stazione di Albairate-Vermezzo – Treno S9 ore 9:08 – Arrivo a Milano san Cristoforo ore 9:30

RIENTRO:  Treno ore 17:30 – arrivo ad Albairate 17:52

Costo Euro 20 ( guida e microfonazione – treno escluso )

Per informazioni ed iscrizioni entro 1° marzo 2019  : info@amiciparcoticino.it – Roberto 335 6825354

Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 10 Marzo una visita alla città di Bergamo. Prevista al mattino la visita all’Accademia Carrara, tempo libero per il pranzo indipendente, ritrovo alle ore 14 e visita alla città alta, alla Basilica di Santa Maria Maggiore ed alla Cappella Colleoni.

ANDATA: Treno da Novara 8:04 – Milano Centrale 8:46 Treno per Bergamo 9:05 – Arrivo a Bergamo 9:53.

RITORNO: Treno per rientro 17:02 – Milano Centrale 17:50 – Treno per Novara 18:18 – arrivo a Novara 18:56.

Costo della gita Euro 30,00 ( treno escluso )

Per informazioni ed iscrizioni entro il 15 febbraio: info@amiciparcoticino.it – Roberto 335.6825354

SABATO 15 DICEMBRE 2018 ORE 20:00 CENA DI NATALE AL CANOA CLUB MILANO A CASTELLETTO DI CUGGIONO

Gli Amici del Ticino si ritroveranno per gli auguri di Natale Sabato 15 Dicembre presso la sede del CCM a Castelletto di Cuggiono. Il menù della cena prevede: antipasti misti, stinco di maiale al forno con patate, fagioli in umido, frutta, torta sant’honore, panettone con mascarpone acqua, vino e caffè. Costo Euro 20,00. Durante la cena proiezioni di filmati sul parco by Norino & Co. Iscrizioni entro mercoledì 12 dicembre scrivendo a info@amiciparcoticino.it o telefonando a Alberto 348 3615874 – Giancarlo 3334045078 – 335 6825354 Roberto

 

ono 72 ( il censimento è stato fatto dal Parco del Ticino nel 2003, ma il dato non dovrebbe essere variato di molto ) i depuratori ( alcuni dei quali malfunzionanti ) che scaricano, direttamente o tramite recettori nel Ticino e impediscono il processo di miglioramento della qualità delle acque e il raggiungimento dello stato di balneabilità. Tra essi il depuratore di S. Antonino Ticino a Lonate Pozzolo (Va) che dal 2006 rilascia nel Fiume Azzurro e nel Naviglio liquami non conformi alle norme vigenti con grave danno all’ambiente. L’impegno di Legambiente e Coordinamento Salviamo il Ticino non è mai venuto meno: “Abbiamo fatto diffide, esposti e denunce alla Procura che hanno portato al sequestro preventivo dell’impianto e ad una indagine giudiziaria che aveva previsto una serie di adempimenti per migliorare la depurazione” – ricordano Claudio Spreafico e Roberto Vellata, rappresentanti del Coordinamento Salviamo il Ticino – “Purtroppo, malgrado gli investimenti pubblici di miliardi di lire prima e milioni di euro poi, i risultati attesi non si vedono ancora e anche quest’anno da agosto a fine ottobre quotidianamente il Ticino ed il Naviglio sono stati coperti da abbondanti schiume e le acque erano scure e maleodoranti con presenza di solidi sospesi“.

Il percorso che ha portato ad un parziale ammodernamento del depuratore di Sant’Antonino” –  dichiara Lorenzo Baio di Legambiente Lombardia – “è stato lungo e faticoso e di questo dobbiamo ringraziare il tavolo tecnico di Regione Lombardia al quale abbiamo partecipato come osservatori attivi. Però in questo processo ci siamo tristemente accorti di quanti errori e disfunzioni storiche siano collegate a questo impianto e mai risolte: le vasche di prima pioggia e di sfioro di Borsano, mai realmente attivate, la fitodepurazione male o non gestita e le vasche di laminazione del torrente Arno, attualmente piene di rifiuti. Chiediamo a Regione Lombardia una vera presa di posizione su questa situazione per risolverla alla radice e definitivamente e ad Arpa una relazione puntuale sullo stato di depurazione del bacino del fiume Ticino per evidenziare chiaramente e per tutti le ulteriori criticità da tenere monitorate

Per questo motivo e per verificare personalmente la situazione, Legambiente e Coordinamento Salviamo il Ticino invitano stampa e cittadini nella mattina di Sabato 10 novembre a visitare il “Sistema di depurazione di Sant’Antonino” con il seguente programma:

ore 9.30 – ritrovo in località “Madonna in Binda” a Nosate (MI) c\o Binda Bici Bar

ore 10.00 – visita alle tre vasche di spagliamento (28 ha)

ore 11.00 – visita alle vasche di fitodepurazione.

ore 11.30 – termine visita

Claudio Spreafico     346 5104414

Roberto Vellata         335 6825354

Lorenzo    Baio             348 5636276

COMUNICATO STAMPA MANIFESTAZIONE 10.11.2018

Si pubblicano qui di seguito i dati forniti da Arpa Lombardia con riferimento ai controlli effettuati sul depuratore di Sant’Antonino ( relazione annuale 2017 e primi 4 prelievi 2018 ): per il 2017 il giudizio è stato di non conformità, nel 2018, ad ogni controllo e per ognuno degli sforamenti, sono state elevate sanzioni amministrative.

Relazione conformità anno 2017.pdf

1) Relazione 1° controllo del 31-01-18

2) Relazione 2° controllo del 13-o3-18

3) Relazione 3° controllo del 15-05-18

4) Relazione 4° controllo del 26-07-18

 

 

 

 


LA CAMMINATA E LA CASTAGNATA SONO SPOSTATE A DOMENICA 18 NOVEMBRE CAUSA MALTEMPO

Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 18 Novembre 2018 una camminata alla scoperta dei colori dell’autunno in una delle aree naturalistiche più belle del Parco del Ticino, la Brughiera di Via Gaggio a Lonate Pozzolo, futuro ecomuseo, con il fotografo e naturalista Norino Canovi. A partire dalle 14:30 castagnata al Centro Parco Ex Dogana di Lonate Pozzolo.

PROGRAMMA

Ore 14:00 – 15:30 CAMMINATA IN BRUGHIERA
Ore 14:30 – 17:30 CASTAGNATA IN DOGANA

Si consiglia: abbigliamento comodo e sporchevole, pantaloni lunghi, scarpe chiuse, borraccia dell’acqua. In caso di maltempo la camminata e la castagnata saranno rinviate alla domenica successiva ed avviseremo per tempo tutti gli iscritti.

PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI:

sito internet: www.amiciparcoticino.it

facebook: amiciparcoticino

email: info@amiciparcoticino.it

cell: 335\6825354 (Roberto)

CON IL PATROCINIO DELLA RISERVA DELLA BIOSFERA TICINO, VAL GRANDE, VERBANO, DEL PARCO LOMBARDO DELLA VALLE DEL TICINO E DEL CENTRO PARCO EX DOGANA

LOCANDINA CASTAGNATA E CAMMINATA ALLA BRUGHIE

 

(TRENO+BICI) Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 28 Ottobre un’escursione in bicicletta alla scoperta delle chiese ed abbazie milanesi: San Cristoforo, San Pietro in Gessate, Abbazia di S. Lorenzo in Monluè, Abbazia di Chiaravalle, Abbazia di Viboldone e Abbazia di Mirasole. Ritrovo ore 8:15 stazione FS di Albairate. Treno ore 8:38 – Arrivo a San Cristoforo ore 9:01. Pranzo al sacco. Per informazioni ed iscrizioni: info@amiciparcoticino.it – 335.6825354 (Roberto)

Iscrizioni entro 15 Novembre Iscrizioni a info@amiciparcoticino o 335.6825354. Max 25 persone. Guida: Euro 15 – Ingressi: Euro 6 La Scala, Euro 15 Biblioteca Ambrosiana, Euro 8 Casa degli Atellani -Vigna  di Leonardo. Partenza in treno da Galliate ore 8:17 Arrivo a Milano 9:44

( TRENO + BICI ) Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 14 Ottobre un’escursione in MTB con partenza da Como ( visita alla città murata, al duomo, alla Casa del Fascio, alla chiesa di San Fedele, alla Chiesa di Sant’Abbondio ) ed arrivo a Castellanza. Lasciata la città si salirà al Castello di Baradello ( visita guidata ) nel Parco Regionale della Spina Verde. Attraverso i sentieri del parco si scenderà a San Fermo della Battaglia e si proseguirà attraverso un paesaggio collinare fino al Parco Pineta di Appiano Gentile. Arrivati a Tradate si scenderà nella valle dell’Olona e seguendone la ciclabile si arriverà fino a Castellanza.

Partenza in treno da Galliate ore 08:17 – arrivo a Como alle ore 09:44

Rientro in treno da Castellanza ore 17:18

Iscrizioni entro giovedì 11 ottobre a info@amiciparcoticino.it o 335.6825354 ( Roberto )

 

 

 

Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 7 Ottobre un’escursione in bicicletta da Vigevano a Pavia: una full immertion nei più bei boschi della Valle del Ticino. Previsto anche un breve city tour alle città di Vigevano e Pavia. Sosta pranzo presso l’ostello Cascina Venara, dove si potranno ammirare i nidi delle cicogne. Il costo del pranzo è di Euro 16 ( risotto, selezione di formaggi d.o.p., crostata, acqua ). Arrivo a Pavia nel pomeriggio e rientro con il treno a Vigevano.

PROGRAMMA

Ore 08:45 – Ritrovo alla stazione FS di Vigevano ( ampio parcheggio )

Ore 09:00 – Partenza biciclettata e breve tour di Vigevano

Ore 12:30 – Sosta pranzo alla Cascina Venara

Ore 15:30 – Arrivo a Pavia e giro della città

Ore 16:30 – Rientro in treno da Vigevano

ISCRIZIONI: entro mercoledì 3 ottobre a info@amiciparcoticino.it o 335.6825354 (Roberto). Consigliata MTB o City Bike – casco obbligatorio – si consiglia verifica del mezzo prima della partenza – portare camera d’aria di ricambio al seguito.

Gli Amici del Ticino organizzano per Domenica 26 Novembre un’escursione a piedi lungo la tappa n. 6 della Via Francigena, da Pont Saint Martin, posta al confine sud della Valle d’Aosta alle colline moreniche di Ivrea. A detta degli amici che l’hanno già percorsa, è una delle tappe più piacevoli e varie della Francigena sul nostro territorio piemontese. Un percorso di una certa lunghezza ma senza dislivelli significativi, in mezzo a vigneti e borghi caratteristici, particolarmente indicato nella stagione autunnale.

 

TAPPA 06: Pont St. Martin – Ivrea

Località di partenza : Pont St. Martin, stazione FS

Località di arrivo : Ivrea, stazione FS

Durata totale tragitto : 5 h e 30 minuti

Distanza coperta: 22,1 km

Dislivello in salita: 368 metri Dislivello in discesa: 455 metri  Quota massima raggiunta: 380 metri

Per scaricare tutti i dati del tracciato questo è il link: http://www.viefrancigene.org/it/resource/statictrack/tappa-06-da-point-san-martin-a-ivrea/

DESCRIZIONE ITINERARIO

Usciti da Pont St. Martin si entra a Carema, primo borgo piemontese. Di origine medievale (anche se la sua fondazione risale all’epoca romana), il centro storico, è immerso nei vigneti e si contraddistingue per le casseforti, per i pergolati sorretti dalle tipiche colonne di pietra e mattoni, imbiancate con la calce (in dialetto locale tupiun) e per il dedalo di viuzze e piazzette impreziosite da fontane. Dopo aver oltrepassato la fontana cinquecentesca e la chiesa si prende una suggestiva carrareccia tra i vigneti, che porterà ad un vialetto selciato ed alla strada provinciale. Si giunge così a Cesnola, frazione del comune di Settimo Vittone, dove s’imboccherà una stradina selciata a sinistra costeggiata dalle edicole della Via Crucis che condurrà al meraviglioso complesso di San Lorenzo ed il Castello di Montestrutto (sempre nel comune di Settimo Vittone). Si arriva così alle porte di Borgofranco d’Ivrea, con i famosi Balmetti, cantine scavate nella montagna, e il meraviglioso Palazzo Marini con un grandioso ciclo di decorazione murale del primo ‘6oo. Tappa finale di questo tratto è Ivrea (la bella/che le rosse torri specchia/sognando a la cerulea Dora/nel largo seno/fosca intorno è l’ombra di re Arduino…recitava Giosuè Carducci). La “capitale del Canavese“, situata su un’area formata da un grande ghiacciaio del Pleistocene, famosa per il suo allegro Carnevale, ospita diversi luoghi di grande interesse storico-artistico-culturale. Il Castello, ad esempio, è divenuto l’emblema della città. Costruito nel 1357 da Amedeo VI di Savoia fu realizzato interamente in mattoni ed oggi, non di rado, ospita mostre ed eventi di vario genere. Suggestiva è anche la torre di Santo Stefano, il campanile dell’omonima abbazia benedettina dell’XI secolo, costruita per volere del vescovo Enrico. Tra i musei, spiccano il Museo Civico P.A. Garda (con diversi reperti archeologici ed etnografici) ed il Museo all’aperto di architettura moderna (MAAM, che si propone di di valorizzare il “lascito culturale” della Olivetti, marchio storico che diede lustro all’economia piemontese ed italiana). Infine, il punto di arrivo di ogni pellegrino: il Duomo, dedicato a Santa Maria Assunta, eretto in posizione elevata nella parte vecchia della città. Dalla storia millenaria, fu eretto in stile romanico e rimaneggiato secondo il gusto barocco e neoclassico. Nella sua cripta si possono ammirare affreschi di altissimo valore artistico, come la Madonna col Bambino tra un santo vescovo ed un santo monaco ed Miracolo di una resurrezione compiuta dal Beato Pietro di Lussemburgo.

PROGRAMMA

Ore 07:20 : Ritrovo Bar Paolina Galliate

Ore 08:20 : Ritrovo stazione FS Ivrea

Ore 08:37 : Partenza treno per Pont Saint Martin

Ore 08:48 : Arrivo alla Stazione di Pont Saint Martin ( chi vuole svegliarsi più tardi si può trovare anche direttamente  lì, per poi prendere il treno in senso contrario da Ivrea che parte

sempre circa alle 43 di ogni ora )

Ore 12:30 : Pranzo al sacco in luogo da definire ( stiamo comunque cercando un bar\trattoria dove fermarci )

Ore 13:30 : Ripartenza per Ivrea

Ore 15:30 : Arrivo ad Ivrea e visita alla città

Ore 16:30 : Arrivo alla stazione FS di Ivrea (treno per eventuale rientro a Pont Sain Martin da Ivrea ore 16:43)

Per info e iscrizioni Roberto 335\6825354 o info@amiciparcoticino.it.

DOMENICA 26 NOVEMBRE VIA FRANCIGENA PONT SAINT MARTIN – IVREA

Passeggiata facile, adatta a tutti.

Gli Amici del Ticino, insieme alle altre associazioni del Coordinamento Salviamo il Ticino ( in occasione dell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile ed in collaborazione con la Riserva della Biosfera Valle del Ticino ) organizzano per Domenica 8 Ottobre 2017 una passeggiata alla scoperta di due tra le aree naturalistiche più belle del Parco del Ticino: al mattino, l’ Isola del Turbigaccio sulla sponda lombarda ed al pomeriggio, l’ansa del Bosco del Ticinetto sulla sponda piemontese. La camminata consentirà anche di conoscere due opere dell’uomo di primaria importanza nella storia del Parco: la Diga della Paladella, da cui veniva derivato il Naviglio Grande, ed il Mulino Vecchio di Bellinzago, l’ultimo mulino ancora funzionante di tutta la Valle del Ticino. I due itinerari sono quelli indicati in blu nella cartina.

PROGRAMMA

Ore 08:45 – Ritrovo al Chiosco sul Ticino – Ponte di Oleggio (Sponda Piemontese) – ampio parcheggio

Ore 09:00 – Partenza camminata del mattino verso l’isola del Turbigaccio (Ponte, Paladella, Cascina Castellana, guado del Vecchio Naviglio, Canale Marinone, Isola del Turbigaccio)

Ore 13.00 – Ritorno al Chiosco e pranzo (Euro 15,00) o, per chi vuole, colazione al sacco;

Ore 14.30 – Partenza camminata del pomeriggio (ghiaieti, Mulino Vecchio, Bosco del Ticinetto, Cascinone Provasin)

Ore 17:00 – Ritorno al Chiosco sul Ticino

La passeggiata è gratuita e sarà guidata da Norino Canovi, naturalista, fotografo ed ex guardiaparco. Per chi vuole fermarsi a pranzo il costo è di 15,00 Euro: prenotazione entro sabato 7 Ottobre a salviamoilticino@libero.it o Roberto 335.6825354, Claudio 346.5104114, Nicholas 335.5796470. Si consiglia: abbigliamento comodo e sporchevole, pantaloni lunghi, scarpe chiuse, borraccia per l’acqua ed 2 sacchetti di plastica per effettuare un piccolo guado.

Coordinamento  Salviamo il Ticino –Via San Rocco n. 48 – 20012 Cuggiono (MI) salviamoilticino@libero.itsalviamoilticino@pec.it

Aderiscono al Coordinamento – Per l’talia : Amici della Natura Arsago, Amici del Ticino, Bicipace, Canoa Club Milano, Canoa Club Novara, Cus Pavia, Ecoistituto della Valle del Ticino, Kajak Team Turbigo, Legambiente Circoli : Busto Arsizio, Cassano Magnago, Gallarate, Monte San Giacomo, Sette Fontane Galliate, Ticino Turbigo, WWF Cuggiono – Per la Svizzera : Associazione per un Piano di Magadino a Misura d’Uomo E con la partecipazione di : Riserva Somin | Gruppo Pesca Abbiategrasso

Il Coordinamento Salviamo il Ticino è un’associazione di associazioni costituitasi nel 2006 per difendere la quantità e la qualità delle acque del fiume e per la costituzione di un unico parco.

Riserva della Biosfera Valle del Ticino – Ufficio Mab c\o Parco Ticino Lago Maggiore (Piemonte) – Tel. +39 0321 517706 – Parco Ticino (Lombardia) – Tel. +39 02 972101 – Email: ufficiomab@parcoticino.it   – facebook:  biosferavalleticino

Nel 2002 la Valle del Ticino nel suo insieme, sponda piemontese e lombarda, è stata riconosciuta dall’Unesco come Riserva della Biosfera MAB ed è entrata a pieno titolo nella Rete Globale delle Riserve di Biosfera” (WNBR – World Network of Biosphere Reserves). Nel 2014 – all’esito della procedura di revisione periodica – la riserva si è significativamente ampliata in territorio piemontese, andando ad includere i comuni appartenenti al Parco del Ticino piemontese e una ventina di Comuni limitrofi, dal Sesia al Lago Maggiore: attualmente la Riserva include 83 comuni ed ha una superficie di quasi 150.000 ha, di cui circa 14.000 ettari classificati come core area ( le aree a maggior valenza naturalistica ) , 33.000 ettari individuati come buffer zones e oltre 100.000 come zona transition. La riserva è oggi dotata di un organismo di gestione e, dal 2017, anche di un logo che la identifica. E’ stata avviata la procedura per l’ingresso anche dei comuni della sponda lombardo del Lago Maggiore, del Parco Nazionale della Val Grande e del Parco Campo dei Fiori e si pensa anche ad un ampliamento verso la Svizzera ( Riserva delle Bolle di Magadino, Parco Nazionale del Locarnese ).

Continuano le “ puntate “ milanesi degli Amici del Ticino, la 3° di quest’anno. Per Domenica 3 Dicembre vi proponiamo un “ trittico “ di straordinario interesse e varietà. Al mattino visita al Memoriale della Shoah (il tristemente famoso Binario 21 sotto la Stazione Centrale, da dove partivano i deportati ebrei per i lager nazisti), al pomeriggio visita al Duomo ed al Museo della Fabbrica ed a seguire puntata alle Tre Torri di City Life, quartiere che, con i suoi grattaceli ed i sui giardini, è destinato, a breve, a diventare uno dei luoghi più frequentati della città.

PROGRAMMA

Ore 08:18 : treno FNM da Galliate

Ore 09:13 : Arrivo a Milano Cadorna

Ore 10:00 : Visita guidata al Memoriale della Shoah ( Stazione Centrale Binario 21 )

Ore 11:30 | 13:30 : Pausa pranzo libera

Ore 13.30 : Ritrovo con la guida all’ingresso del Duomo e visita alla cattedrale ed al Museo

Ore 16:00 : Trasferimento alle Tre Torri e visita

Ore 17:42 : TRENO da Cadorna per Galliate ( arrivo ore 18:42 )

INFO ED ISCRIZIONI: Entro sabato 25 novembre ( 25 posti disponibili ) – c\o Roberto 335.6825354 o info@amiciparcoticino.it

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Euro 22,00 (Ingressi musei + guida) da versare entro il 25\11 sul C\C dell’associazione IBAN: IT02X0200810105000004857828.

VOLANTINO: DOMENICA 3 DICEMBRE 2017

 Amici del Ticino organizzano per Domenica 5 Novembre 2017 una visita guidata alla mostra Longobardi al Castello di Pavia ed ai monumenti della città, legati alla capitale del regno longobardo (le basiliche di San Michele e San Pietro in Ciel d’Oro e le chiese e le cripte – aperte al pubblico per l’occasione – di Sant’Eusebio, San Felice e San Giovanni Domnarum). Il costo di ingresso alla mostra e per la visita guidata è di 17,00 Euro. Abbiamo prenotato, per chi lo vuole, presso l’ Antica Osteria del Previ a Borgo Ticino ( appena al di là del Ponte Coperto ) al prezzo di Euro 18. Ritrovo alla stazione della Certosa di Pavia alle ore 9:00 ( si trova appena dietro la Certosa ed ha un ampio parcheggio ). Treno per Pavia ore 9:13 arrivo a Pavia 9:21. Chi viene può trovarsi anche direttamente in stazione a Pavia per le 9:30. I posti disponibili sono 25. Dunque chi è interessato ce lo faccia sapere il prima possibile ( e comunque non oltre il 10\10). Per informazioni ed iscrizioni info@amiciparcoticino.it – Roberto ( 335.6825354 ).

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Euro 17,00 (Ingresso mostra + guida ) da versare sul C\C dell’associazione IBAN: IT02X0200810105000004857828. Euro 18 pranzo: da pagare in loco.

Nella mappa la stazione della Certosa di Pavia e quella di Pavia Città.

Il Coordinamento Salviamo il Ticino, in collaborazione con la Riserva della Biosfera Valle del Ticino, in occasione dell’Anno Internazionale per il Turismo Sostenibile, organizza una camminata nel costituendo Parco Nazionale del Locarnese, dal pittoresco villaggio di Rasa ( m 898 ) alla panoramica cima del Pizzo Leone ( m. 1659 ), da cui si gode un’incomparabile vista su tutta la parte alta del Lago Maggiore ( vedi foto dalla cima con il panorama verso sud e verso nord ).

TEMPO: 5 ORE – DISLIVELLO 780 METRI

PROGRAMMA:

Ore 09:15 – Ritrovo alla Stazione di Camedo ( Ferrovia Centovalli ) appena dopo il confine di Re ( Valle Vigezzo )

Ore 09:40   Partenza treno per Verdasio

Ore 09:46 – Arrivo a Verdasio e funivia per Rasa (biglietto treno e funivia a.r. Euro 16))

Ore 10:00 – Arrivo a Rasa e partenza camminata verso l’Alpe di Naccio e la vetta del Pizzo Leone

Ore 13:00 – Pranzo al sacco in vetta al Pizzo Leone

Ore 16:00 – Rientro a Rasa, discesa in funivia, rientro in treno a Camedo

Per Informazioni ed iscrizioni: La partecipazione all’escursione è gratuita. Pranzo al sacco. Per informazioni ed iscrizioni entro Venerdi 22 settembre contattare: Roberto ( 335.6825354 ), Claudio ( 346.5104114 ), Nicholas ( 335.5796470 ) oppure scrivere a salviamoilticino@libero.it

   Gli Amici del Ticino organizzano per il weekend 16-17-18 Settembre un’escursione in bicicletta lungo le ciclabili del Mincio e dei Colli Euganei, con visita alle citta di Mantova, Ostiglia, Montagnana, Este, Monselice, Arquà Petrarca ed Abano Terme. Ecco il programma:

SABATO 16 SETTEMBRE: Da Peschiera del Garda a Mantova ( Km 43,5 )

Ore   8:30 : Ritrovo a Peschiera del Garda stazione FS

Ore   9:00 : Partenza lungo la ciclabile del Mincio

Ore 10:00 : Sosta a Borghetto ed ai Mulini di Volta

Ore 12:30 : Arrivo a Mantova ( foto ) – pranzo al sacco e sistemazione presso Hotel Mantegna in centro

Ore 14:30 : Visita guidata alla città ( durata 3 ore – compreso ingresso palazzo ducale con la famosa camera

degli sposi prenotata per le 17:30 )

Ore 20:00 : Cena in ristorante

DOMENICA 17 SETTEMBRE: Da Mantova a Ospedaletto Euganeo ( Km 68 )

Ore   8:30 : Partenza da Mantova lungo la ciclabile del Mincio fino alla confluenza con il Po

Ore 11:00 : Arrivo a Ostiglia

Ore 12:30 : Arrivo a Cerea e sosta pranzo

Ore 14:27 : Treno per Montagnana

Ore 14:49 : Arrivo a Montagnana e visita alla città murata ( foto )

Ore 17:00 : Arrivo a Ospedaletto Euganeo, sistemazione presso Hotel Villa Altura

Ore 20:00 : Cena e pernottamento

LUNEDI’ 18 SETTEMBRE: Da Ospedaletto Euganeo a Padova ( Km 50-60 )

Ore   8:30 : Partenza da Ospedaletto Euganeo lungo la nuova ciclabile dei Colli Euganei – a seguire visita alle belle cittadine di Este, Monselice, Arquà Petrarca e ( se ci sarà tempo ) all’Abbazia di Praglia ( foto )

Ore 12:30 : Sosta pranzo

Ore 14.30 : visita ad Abano Terme

Ore 16:15 : arrivo a Padova

Ore 16:40 : treno per Peschiera del Garda

Ore 18:10 : arrivo a Peschiera del Garda e recupero autovetture per rientro a casa

Iscrizione: Euro 220 compresivi di 3 pranzi, 2 cene, 2 prima colazione, 2 pernottamenti, biglietto del treno per il ritorno, visita guidata a Mantova, assistenza tecnica. Per informazioni ed iscrizioni entro Domenica 3 Settembre chiamare il 335.6825354 (Roberto) o scrivere a info@amiciparcoticino.it . Casco obbligatorio, si consiglia verifica del mezzo prima della partenza e camera d’aria di ricambio al seguito.

Il Coordinamento Salviamo il Ticino, in collaborazione con la Riserva della Biosfera Valle del Ticino, in occasione dell’Anno Internazionale per il Turismo Sostenibile, organizza un’escursione in MTB da Gallarate alla Rocca di Arona. Tanti i motivi di interesse lungo il percorso. Nell’ordine incontreremo: il Centro Parco Monte Diviso, i Fontanili di Besnate, il Museo archeologico e la Basilica di San Vittore ad Arsago Seprio (visita), il Santuario della Madonna della Ghianda (visita) ed il Castello Visconti di San Vito a Somma Lombardo, il Ticino e le Dighe del Panperduto (visita), la Peschiera di Vernome, la Diga della Miorina ed il Castello Torriani – Visconti a Castelletto Ticino (visita e sosta per il pranzo al sacco), i Lagoni di Mercurago, la Chiesa di San Martino ed il Castello Dal Pozzo a Oleggio Castello e, per finire, la Rocca Borromeo di Arona (visita), con la sua vista mozzafiato sul Lago Maggiore (foto), il centro storico di Arona. Rientro da Arona a Gallarate con il treno.

LUNGHEZZA: KM 55

PROGRAMMA

Ore 08:45 – Ritrovo alla Stazione FS di Gallarate

Ore 09:00 – Partenza escursione

Ore 13.00 – Sosta pranzo al sacco a Castello Sopra Ticino

Ore 14:00 – Partenza per i Lagoni di Mercurago e la Rocca di Arona

Ore 16:00 – Arrivo alla Rocca di Arona ( visita alla Rocca ed alla città )

Ore 17:35 – Treno per Gallarate ( costo biglietto passeggero + bici Euro 6,30 )

Ore 17:57 – Arrivo a Gallarate

CARTA 1

CARTA 2

Per Informazioni ed iscrizioni: La partecipazione all’escursione è gratuita. Pranzo al sacco. Casco obbligatorio. Necessaria MTB. L’escursione per lunghezza ( 55 km ) e dislivello ( 650 m in salita ) richiede un minimo di allenamento. Per informazioni ed iscrizioni entro Venerdi 8 settembre contattare: Roberto ( 335.6825354 ), Claudio ( 346.5104114 ), Nicholas ( 335.5796470 ) oppure scrivere a salviamoilticino@libero.it

Coordinamento Salviamo il Ticino – Via San Rocco n. 48 – 20012 Cuggiono (MI) salviamoilticino@libero.itsalviamoilticino@pec.it

Aderiscono al Coordinamento – Per l’Italia : Amici della Natura Arsago, Amici del Ticino, Bicipace, Canoa Club Milano, Canoa Club Novara, Cus Pavia, Ecoistituto della Valle del Ticino, Kajak Team Turbigo, Legambiente Circoli : Busto Arsizio, Cassano Magnago, Gallarate, Monte San Giacomo, Sette Fontane Galliate, Ticino Turbigo, WWF Cuggiono – Per la Svizzera : Associazione per un Piano di Magadino a Misura d’Uomo E con la partecipazione di : Riserva Somin | Gruppo Pesca Abbiategrasso

Con il patrocinio della Riserva della Biosfera Valle del Ticino

” Io sono la Riserva della Biosfera e me ne prendo cura “